Quando il sesso è solo una scusa

Standard

 

Ridere, adesso manca il nostro ridere,
rimane solo un quieto vivere sterile,
il cuore mio non ce la fa.

Semplice, sembrava tutto così semplice.

Arisa canta L’amore è un’altra cosa, ma qui non si parla di amore. Si parla di una bella amicizia, una cosa semplice, senza impegno, sincera, naturale quasi. Qualcosa inizialmente nato dall’odio comune per qualcuno che fa male senza accorgersene, oppure se ne accorge e lo fa comunque. La comune sensazione di sentirsi usati, presi e poi buttati via. Quindi ci si ritrova a parlare della vita, degli amori passati e presenti, dei ricordi comuni in qualità di amici, perché pur non essendoci mai frequentati, la comitiva era la stessa, con le medesime esperienze da raccontare. Quindi i problemi con lei e quelli con lui, i consigli, le prese di posizione, i troppi caffè e la poca voglia di reagire. Le sigarette, le Tennent’s, le passeggiate in centro un po’ ubriachi, i sogni compromettenti, le notti compromettenti. E non era questo che faceva funzionare tutto, perché senza si stava bene uguale, si rideva a distanza di chilometri, ci si commuoveva dell’alchimia via Skype. Fino al giorno in cui mi sono laureata. Quel giorno ha vinto il sonno, hanno vinto i cacchi propri o chissà cos’altro. Da lì non c’è stata più alchimia né videochat. Semplice assenza. Messaggi, telefonate, io sono così, ossessiva quando non trovo riscontro. Niente. Quindi gli ho detto addio: “Vedo che ti cerco e non ti fai trovare, spero che vada tutto bene. Mi sono rotta di fare la trottola per sentirti, vuol dire che non te ne frega più niente.”. E neanche un Vabbé ciao. Totale indifferenza. Non so cosa sia successo, a chilometri di distanza le persone parlano, si confrontano e non saprò mai cosa sia successo dopo la proclamazione, tanto da indurlo a rompere.

Oggi trovo una notifica da parte sua: “Perché FB mi ripropone questa foto oggi?”. Un’immagine di una di quelle serate alcoliche prima che accadesse qualsiasi cosa, quando eravamo solo un manipolo di adolescenti che volevano fare qualcosa di diverso dal drogarsi sotto al monumento ai caduti. Io non ci sono nella foto e lui non sa che ho ricevuto la notifica perché qualche anno fa la commentai quella foto. Facebook te la ripropone perché le cose lasciate in sospeso prima o poi ritornano, mio caro. E mi auguro che tu stia bene come stavi bene ai tempi di quella foto, senza depressioni latenti o fidanzate dittatrici. E sono sincera quando lo scrivo. Perché, nonostante l’assenza e l’incazzatura, sei stato un buon amico. E ti auguro ogni bene.

Annunci

Informazioni su Vix

“Il pensiero dell’altrove, magia, avventura, libertà, utopia e rock and roll”. Conservo lo spirito degli anni ’90 restando “A sei km di curve dalla vita”. Sono agnostica, di sinistra e pacifista salvo complicazioni: bramo il conflitto che genera confronto e crescita personale. Amo la libertà e l’arte in tutte le sue sfaccettature: la musica, il cinema, il teatro, la scrittura, la fotografia e la lettura. Ho pubblicato un libro: Il passato è un campo di addestramento. Storia di Lei. Se dovessi rinascere? USA, Anni ’60: pace, amore, psichedelia. Sputare sentenze non fa per me, evito ipocrisie ed inutili piagnistei. Per il resto, andate in pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...