Sulla mia pelle

Standard

Ieri pomeriggio Giulia è stata in mia compagnia durante il turno alle Officine Ufo. Ho parlato tanto di me, delle mie esperienze, dei miei viaggi, quando lei mi ha fatto una domanda che inizialmente ho reputato destabilizzante: “È stato difficile trasferirsi qui?”. Francamente una serie di sfortunati eventi mi ha fatta scappare da Caserta con una vagonata di ottimismo nei confronti di questo cambiamento. Così oggi, per combattere la stitichezza e verificare delle visite sul blog di blogspot provenienti dalla vicina Great Britain, ho sfogliato le pagine virtuali del passato fino a giungere a delle belle conclusioni. Prima fra tutte quella che mi ha fatto capire che non sono scappata affatto. In ciò che scrivo sono sempre stata sincera e quando ho provato a dire qualche mezza verità il mio cervello mi ha sempre proposto la versione integrale, ma prima d’ora non mi era capitato di rileggere cose dell’estate 2009. Federico mi aveva lasciata e con lui tutti i miei amici e questo me lo ricordo come se fosse ieri. Ciò che avevo rimosso, invece, sono tutte quelle persone che hanno cercato (spesso riuscendoci) di farmi stare bene. Ginlù è uno di questi. Sono stata a lago Luna (vicino Pontelatone) a ballare, ascoltare gruppi e bere birra tra le lucciole, al Centro Campania a fare la cogliona, alla festa di compleanno di un tizio a Fratta Maggiore mentre in macchina si cantava Max Pezzali a squarciagola… tutto sommato mi ha tirata fuori di casa e mi ha anche fatta divertire. Poi c’è Giahx, anche lui fautore di serate fuori porta tra Cassano e il Parco 2 Giugno, giornate sotto il sole e al mare. Ovviamente trovano collocazione nello spazio e nel tempo trascorso, risentire e rivedere queste persone ora non avrebbe senso. Giulia ascoltava interessata i passaggi che mi hanno portata a Venti di Scambio e a finire a fare un lavoro che non avrei mai pensato neanche che esistesse e su una cosa mi ha fatta riflettere: non sappiamo cosa ci capiterà domani, se saremo felici, tristi o semplicemente stanchi; sappiamo però chi ci migliora la vita hic et nunc, nel momento che stiamo vivendo, e non dobbiamo mai dimenticarci di ringraziarlo (onde ricordarsene dopo sette anni e senza possibilità di replica). Quindi grazie a tutti coloro che rendono la mia vita ciò che è, con i suoi pro ed i suoi contro. Ed ora beccatevi la canzone che mi faceva da sveglia in quel periodo.

Annunci

Informazioni su Vix

“Il pensiero dell’altrove, magia, avventura, libertà, utopia e rock and roll”. Conservo lo spirito degli anni ’90 restando “A sei km di curve dalla vita”. Sono agnostica, di sinistra e pacifista salvo complicazioni: bramo il conflitto che genera confronto e crescita personale. Amo la libertà e l’arte in tutte le sue sfaccettature: la musica, il cinema, il teatro, la scrittura, la fotografia e la lettura. Ho pubblicato un libro: Il passato è un campo di addestramento. Storia di Lei. Se dovessi rinascere? USA, Anni ’60: pace, amore, psichedelia. Sputare sentenze non fa per me, evito ipocrisie ed inutili piagnistei. Per il resto, andate in pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...