La puerpera letteraria

Standard

Ormai la domanda è ricorrente: a quando il secondo? Non parliamo di figli, ma di libri per fortuna. Partiamo dal fatto che neanche il primo sarebbe dovuto esserci, è capitato, come si suol dire. È stato frutto di un amore fugace, di tanta sofferenza, una gravidanza a rischio fin quasi al parto (o forse anche un po’ dopo). Il parto, dicevo, è avvenuto in maniera naturale, come se fosse normale scrivere un libro, pubblicarlo e presentarlo a Bologna. Già da lì ho iniziato a capire che è bello essere in dolce attesa, ma dopo la nascita vengono fuori i primi problemi. Al battesimo il bambino non c’era. Ve l’immaginate? Padrino e madrina tutti imbellettati, parenti ed amici emozionati e davanti all’altare la mamma imbarazzata che dice: “Non è riuscito a venire… provvederemo a farvi visita quando arriverà, casa per casa.”. È successo esattamente così. Poi finalmente ha avuto il coraggio di farsi vedere dagli amici, dai parenti, dai più vicini e dai più lontani, ricevendo i complimenti anche da esperti del settore. Adesso che inizia a camminare da solo, le domande si fanno incalzanti: “Beh, ma dopo il primo ci farai un secondo? O magari anche un terzo, sarebbe bella una trilogia! Hai già iniziato a pensarci?”. Si, ci penso continuamente. Lo so che non bisogna far passare troppo tempo tra un figlio e l’altro altrimenti cresceranno come due figli unici, ma ragazzi, il tempo non c’è. E quando c’è è occupato in faccende diverse, tipo il relax o la vita sentimentale. Poi ho paura che non possano andare d’accordo, che non ami il secondo quanto il primo, che sia più stupido e che nessuno lo consideri all’altezza del primogenito. E non è detto che nasca, può darsi che resti un desiderio e che nonostante i tentativi non voglia venir fuori. Insomma, non lo so. Per ora mi prendo cura di questi bimbi grandi chiamati blog (che nessuno considera, ma che sono alla base del mio desiderio di scrivere) e poi si vedrà. Intanto non perdete di vista il primo: mi sta dando grandi soddisfazioni nonostante la giovanissima età.

Annunci

Informazioni su Vix

“Il pensiero dell’altrove, magia, avventura, libertà, utopia e rock and roll”. Conservo lo spirito degli anni ’90 restando “A sei km di curve dalla vita”. Sono agnostica, di sinistra e pacifista salvo complicazioni: bramo il conflitto che genera confronto e crescita personale. Amo la libertà e l’arte in tutte le sue sfaccettature: la musica, il cinema, il teatro, la scrittura, la fotografia e la lettura. Ho pubblicato un libro: Il passato è un campo di addestramento. Storia di Lei. Se dovessi rinascere? USA, Anni ’60: pace, amore, psichedelia. Sputare sentenze non fa per me, evito ipocrisie ed inutili piagnistei. Per il resto, andate in pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...