Riflettersi

Standard

Dipinsi la tua assenza su una tela da guardare in lontananza, per preservare il ricordo di te.

Ma una tela non bastava, la tua mancanza si ingrandiva ogni momento, ogni giorno, ogni secondo.

Così la scolpii nella roccia, dura e aspra, per ricordare il dolore della distanza, la fatica per raggiungere la tua essenza.

La roccia divenne sabbia e finì bagnata dal mare delle notti insonni, le alte maree delle lacrime cadute.

Quindi smisi di cercare di riprodurre la tua assenza e mi accorsi, allo specchio, che era proprio davanti a me:

un buco nero nel petto.

Annunci

Informazioni su Vix

“Il pensiero dell’altrove, magia, avventura, libertà, utopia e rock and roll”. Conservo lo spirito degli anni ’90 restando “A sei km di curve dalla vita”. Sono agnostica, di sinistra e pacifista salvo complicazioni: bramo il conflitto che genera confronto e crescita personale. Amo la libertà e l’arte in tutte le sue sfaccettature: la musica, il cinema, il teatro, la scrittura, la fotografia e la lettura. Ho pubblicato un libro: Il passato è un campo di addestramento. Storia di Lei. Se dovessi rinascere? USA, Anni ’60: pace, amore, psichedelia. Sputare sentenze non fa per me, evito ipocrisie ed inutili piagnistei. Per il resto, andate in pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...